Ristrutturazione casa B|L

B|L è il progetto di ristrutturazione del piano intermedio di un immobile di metà ottocento nel centro storico di Termini Imerese. La casa possiede, sul retro, un grande giardino a una quota poco più bassa del piano di calpestio interno. Il giardino si estende in maniera lineare fino ad un rudere, anch’esso incluso nella proprietà, attraverso il quale si traguarda il mare. All’interno del giardino incastonata nella roccia si trova una suggestiva vasca d’acqua che diventerà un piccolo ninfeo. Vicino al ninfeo, recuperando un piccolo volume esistente, vi sarà la cucina esterna con un grande tavolo da pranzo.
 
Oltre ai necessari miglioramenti sismici per garantire una maggiore sicurezza, il progetto ha dovuto risolvere la problematica relativa all’assenza di luce negli ambienti centrali della casa, dovuta alla tipologia dell’immobile. Esso, infatti, è parte di una cortina edilizia continua che comprende l’intero isolato e prende luce solo dalle due testate: il fronte strada e il prospetto interno sul giardino.
La casa si divide in due aree: la zona giorno prospicente il giardino e la zona notte che si affaccia su strada. Nella parte centrale, con scarsa luce, sono state concentrate le aree di servizio e una stanza per la post-produzione fotografica dotata di una grande libreria e un’ampia scrivania.
Sia il soggiorno che la cucina, grazie ad ampie vetrate, godono di una piacevole vista sull’agrumeto. Questi due spazi sono messi in comunicazione attraverso una finestra interna integrata nell’arredo che ne consente l’eventuale chiusura con un pannello scorrevole in legno. Essa consente sia il passaggio delle vivande sia una maggiore convivialità durante la fruizione dei due ambienti.
 
Una delle principali sfide progettuali è stata quella di poter ottenere due camere da letto avendo solo un’apertura sul prospetto principale. Questa problematica è stata risolta inserendo un infisso a “C” che entra dentro le stanze garantendo una vista diagonale e aumentandone la superfice vetrata.
La dimensione ristretta degli spazi, rispetto al programma funzionale, ha generato un’altra soluzione insolita per la porta del bagno in camera. Essa e costituita da una porta ad “L” che ruota su un asse baricentrico e consente di ampliare il bagno durante la sua fruizione.
Il progetto viene completato dal recupero del rudere che sarà convertito in uno studio condiviso di architettura e fotografia.