Ottica

Il progetto d’interior design dell’ottica Horus, situata nella via principale di Termini Imerese, nasce dalla necessità del committente di ottimizzare l’organizzazione del flusso di lavoro e allo stesso tempo dare un immagine contemporanea e fortemente attrattiva al negozio.
L’immobile, sviluppandosi in profondità, attraversa l’intera cortina edilizia e presenta delle irregolarità spaziali, generate dalle diverse giaciture delle pareti perimetrali, soprattutto nella parte retrostante.
La distribuzione degli ambienti risponde a un programma funzionale complesso, definito dalle peculiarità del processo di lavoro dell’ottico, risolto con la massima razionalità.
Varcando l’ingresso ci si ritrova in un primo ambito prettamente pubblico, adibito alla vendita. Qui, lungo le pareti perimetrali, sono situati gli arredi destinati all’esposizione degli occhiali, per quel che concerne la parte superiore, e allo stivaggio della merce nella parte inferiore. Il bancone per l’accoglienza dei clienti è invece posto al centro di tale sala.
Dalla sala vendita si accede all’adiacente sala optometrica, che nonostante sia comunicante con la prima risulta comunque più riservata volta a garantire maggiore privacy alla clientela. La sala optometrica è separata dal laboratorio tramite un arredo bifacciale, sul quale è posta una vetrata satinata che assicura un’illuminazione naturale all’ambiente.
Infine, l’ambiente maggiormente riservato, posto in testata, è quello destinato ad accogliere l’ufficio del titolare. Tale stanza è separata dal resto del locale tramite un altro arredo bifacciale che accoglie anche una porta a doppia anta, la quale può essere chiusa all’occorrenza.
Gli arredi sono tutti disegnati su misura dallo studio, con linee semplici e contemporanee che conferiscono agli spazi eleganza e unità di linguaggio architettonico.