Appartamento L F

L’intervento si definisce come ristrutturazione totale di un appartamento sito al quinto piano di un edificio a Termini Imerese.

Casa L|F si estende su una superficie totale di circa 112 mq. L’unità abitativa, progettata per un giovane scapolo, è basata su un programma funzionale semplice, con ampi spazi per la zona giorno e la zona notte ridotta al minimo.

Il living è concepito in continuità con la cucina secondo una gerarchia spaziale ben precisa, regolata dal posizionamento di arredi su misura che definiscono con chiarezza gli ambiti funzionali e ulteriormente messa in evidenza grazie alla diversificazione delle altezze dei controsoffitti.

Lo spazio d’ingresso è definito da un arredo bifacciale che scherma la vista verso la cucina; da qui si accede alla zona pranzo dove un grande tavolo rettangolare offre la possibilità di ospitare senza disagi numerosi commensali. La cucina presenta una configurazione a parete con colonne e arredi pensili in rovere naturale, che incorniciano il piano di lavoro, definendo così un volume regolare incassato. L’isola, che ospita il piano cottura, è disposta in maniera speculare rispetto alle basi della cucina, concludendone così la struttura. Una grande mensola, per la colazione o i pasti veloci, fronteggia la cucina creando una separazione dal soggiorno.

Protagonista dell’open space è un sistema composto da tre travi e un pilastro in calcestruzzo, situato in posizione baricentrica; elementi che sono stati scarnificati per riportare alla luce la loro matericità, la cui forza espressiva dichiara in modo inequivocabile la loro funzione strutturale.

Si accede alla zona notte tramite uno spazio distributivo caratterizzato da sette arredi contenitori scorrevoli, che garantiscono la versatilità dello spazio, data la contiguità con il living.

La camera da letto patronale si presenta sobria ed elegante. Il bagno in camera si articola attorno a un pilastro centrale che ne diventa ordinatore degli spazi e, nonostante le modeste dimensioni, include sia la doccia che la vasca. Quest’ultima è visibile dalla camera da letto tramite una vetrata color bronzo, evocativa di una raffinata e intima sensualità.

Il bagno degli ospiti si sviluppa in profondità ed è caratterizzato da una doccia passante posta al centro, che tripartisce lo spazio contribuendo a definire una separazione tra l’ambito d’ingresso che ospita il lavabo e l’ambito dei sanitari, che risulta così un po’ più riservato.

La seconda camera invece è stata concepita come una stanza polifunzionale e versatile, che può essere utilizzata per ricevere degli amici, come camera degli ospiti o per eventuale prole.

I materiali – rovere naturale e ferro per gli arredi, gres porcellanato, il marmo per i top della cucina – e le cromie utilizzate sono stati scelti per conferire all’appartamento un carattere prettamente maschile, nel quale il committente potesse rispecchiarsi. Quasi tutti gli arredi sono stati disegnati su misura dallo studio per garantire all’abitazione un linguaggio architettonico unitario e riconoscibile.