Banca Napoli

La progettazione della sede bancaria si articola in due ambiti distinti: gli uffici d’Area e la filiale per l’accoglienza  del pubblico.

Il progetto per gli Uffici d’Area nasce dall’idea di accogliere la clientela in un ambiente elegante e confortevole, uno spazio che trasmetta serenità e fiducia e che riesca a far dimenticare il caos urbano.

A questo scopo l’intervento integra lo studio spazio-funzionale con elementi a elevata carica emozionale, quali luce naturale, acqua, vegetazione, legno, marmo e opere d’arte. Tutti questi elementi, al fine di stupire ed emozionare chi entra all’interno della banca, si compongono in un’armoniosa sintesi nella hall d’ingresso, nella quale lo spazio a doppia altezza accoglie la scala sul ninfeo, il giardino pensile e il bancone della reception, in marmo Forest Brown; in corrispondenza di quest’ultimo l’altezza dello spazio si riduce generando un ambiente filtro che ospita una piccola esposizione d’arte, dal quale si accede agli uffici direzionali.

Il progetto si sviluppa su tre livelli e si definisce secondo una chiara gerarchia funzionale, volta a valorizzare ed esaltare la complessità spaziale dei locali. Le stanze maggiormente rappresentative – l’ufficio del direttore generale, la sala riunioni e gli uffici degli addetti Corporate – si trovano al pian terreno,  mentre tutti i restanti uffici sono collocati al piano ammezzato. Infine, al piano interrato, sono previste una piccola sala conferenze e l’area meeting.

L’ufficio del direttore generale e la sala riunioni, collocati in testata e prospicienti la piazza, sono concepiti come un unico spazio a doppia altezza, divisi soltanto da un volume centrale contenente armadiature. Questi ambienti contornati da grandi superfici vetrate, che possono all’occorrenza essere schermate da tende per garantire la privacy durante i colloqui, risultano luminosi e permeabili alla vista così da assicurare la massima trasparenza nel rapporto fiduciario con la clientela.

Al piano superiore si accede percorrendo la scala scultorea che domina la hall d’ingresso, tramite la quale si giunge a uno spazio distributivo, concepito come un giardino e reso tale grazie alla presenza di quattro grandi vasche di terra ricche di vegetazione; questo piacevole spazio, che alloggia anche un piccolo salotto d’attesa con quattro poltrone, dà accesso alla stanza del capo area e a due grandi open space che accolgono le postazioni di lavoro, progettati per garantire la massima flessibilità organizzativa.

Il progetto della nuova filiale si definisce metaforicamente come una piazza, luogo di scambio e centro della vita sociale ed economica. Questo concetto di base prende forma architettonica tramite la realizzazione di una grande sala rettangolare a doppia altezza, caratterizzata dalla presenza di un ninfeo centrale illuminato dall’alto con luce naturale tramite un grande lucernaio; la luce zenitale, riflettendosi sull’acqua, contribuisce a creare un’atmosfera rilassante. Il perimetro della sala, lungo il quale l’altezza dello spazio si riduce, accoglie le postazioni degli operatori per la ricezione del pubblico, separate l’una dall’altra da arredi su misura che ne garantiscono la privacy.

La hall d’ingresso si presenta come un ampio spazio trapezoidale, caratterizzato dalla presenza di grandi vasche di terra ricche di vegetazione, sulle quali si attestano delle poltrone destinate all’attesa del proprio turno alle casse. Queste sono inserite all’interno di un grande quadrato in legno posto in asse con il ninfeo della sala consulenze.

La stanza del direttore, con spazi più riservati, è studiata per essere un luogo di rappresentanza, oltre che un confortevole spazio di lavoro, con annesso salotto e tavolo riunioni.